Differenza tra smalto semipermanente e smalto gel

nailpolish

Differenza tra smalto semipermanente e smalto gel

Quali sono le differenze tra lo smalto semipermanente e lo smalto gel? È una domanda che si pongono moltissime amanti delle belle unghie, sopratutto perché, molto spesso, si legge in giro che rispetto allo “smalto normale” queste due tipologie di prodotto, sono più aggressive e tendono ad indebolire l’unghia e di conseguenza a sfaldarla. Non è del tutto vero. Insomma, è un po’ come la Coca Cola, due tre bicchieri vanno bene, ma quando se ne beve troppa fa male. La stessa cosa la possiamo dire degli smalti in generale se si esagera o non si utilizzano correttamente si rischia di rovinare l’unghia con delle macchie o con degli aloni

Nell’articolo di oggi cercherò di evidenziare i pregi e difetti di entrambi, cercando di far chiarezza su quale dei due va meglio, nel tentativo di non sollevare altri dubbi.

Cos’è lo smalto semi permanente

Lo smalto semipermanente è un prodotto fotoindurente a lunga durata, in media tra le due/tre settimane, anche quattro se il lavoro svolto e il prodotto ottimizzato sono eccellenti.

Lo smalto semipermanente assicura un aspetto perfetto delle vostre unghie, aumentandone in maniera quasi impercettibile lo spessore rendendole più resistenti e bellissime da vedere.

Come abbiamo visto settimana scorsa per applicare il semipermanente hai bisogno di:

Non c’è da spaventarsi difronte alla quantità di materiale che serve per fare una nail art con il semipermanente, la sua peculiarità infatti è la semplicità di applicazione e di rimozione.

PRO e CONTRO dello smalto semipermanente

Lo smalto semi permanente ha i suoi lati positivi, come anche i suoi lati negativi se confrontato con lo smalto GEL, vediamoli nel dettaglio:

PRO

  • Facile da applicare anche da mani meno esperte – la stesura dello smalto semipermanente è uguale a quella dei comuni smalti, basterà polimerizzarlo sotto l’apposita lampada per il tempo indicato.
  • Ottimo compromesso tra lo smalto normale e lo smalto gel
  • Rimozione semplicissima – basterà infatti immergere le unghie nell’apposito solvente per 5 minuti che non riporterà traumi o danni di sorta alle vostre preziose unghie
  • Non necessita di limature perfette perché si auto-modella rendendo uniforme la superficie dell’unghia
  • Costo moderato

CONTRO

  • Meno resistente dello smalto GEL
  • Non è possibile ricostruire le unghie o allungarle

Cos’è lo smalto GEL UV

Quando si parla di smalto GEL UV per la ricostruzione delle unghie non ci si riferisce ad un singolo prodotto, ma ad un set di prodotti specifici atti a ricostruire le unghie danneggiate, rinforzando quelle fragili e deboli. L’effetto che lo smalto GEL UV da all’unghia è un effetto bombato, che spezza a metà le amanti delle unghie perfette, c’è chi lo ama e li odio, vedi sottoscritto.

Rispetto allo smalto semi permanente, la procedura per la rimozione dello smalto GEL UV è molto più difficile, ma questo discorso lo affronteremo in un articolo specifico nelle prossime settimane.

PRO e CONTRO dello smalto GEL UV

brad pittAnche lo smalto GEL UV ha i suoi pregi e i suoi difetti, come tutte le cose a questo mondo, tranne Brad Pitt, lui non ha nessun contro e se ce l’avesse glielo si può facilmente perdonare.

PRO dello smalto GEL UV

  • Maggior resistenza rispetto allo smalto semipermanente
  • Permette di ricostruire le unghie
  • Effetto bombato particolare (questi son gusti, io lo metterei nella ‘e’ tra PRO e Contro)

CONTRO dello smalto GEL UV

  • Necessità di esperienza per poterlo usare – sto parlando di veri e propri corsi
  • Rimozione aggressiva che lascia le unghie graffiate
  • Necessità di un’accurata modellatura dell’unghia perché non si auto-modella

C’è una cosa che non ho voluto inserire all’interno di nessuno dei due smalti e cioè la durata. Si legge molto di frequente online che lo smalto semi permanente dura due settimane massimo, ma come accennato nei paragrafi precedenti può anche durate un mese intero senza problemi, dipende ovviamente dalla qualità del prodotto e dall’esperienza di chi lo applica.

Ad esempio gli smalti semipermanenti Yndaco contano numerosi casi di una durata perfetta nel tempo, come testimoniato dalla foto che segue

durata smalto semipermanente

Conclusioni

Ora sai quali sono le differenze, i pro e i contro di queste due tipologie di smalto che fanno impazzire le donne di tutto il mondo. Se hai dubbi domanda lo staff di Yndaco è a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Condividi questo post

Comments (14)

  • Come Rimuovere lo Smalto Gel - Yndaco.eu rispondere

    […] lo smalto gel, lo avevo preannunciato nell’articolo che metteva a confronto lo smalto semipermanente e lo smalto gel che avrei scritto una mini guida a riguardo. Il procedimento da seguire non è come con il normale […]

    novembre 20, 2015 a 1:14 pm
  • Monica rispondere

    Come si rimuove?

    febbraio 20, 2016 a 2:55 pm
    • Staff Yndaco rispondere

      Ciao Monica, vuoi sapere come si rimuove lo smalto semipermanente o come si rimuove lo smalto gel?

      febbraio 25, 2016 a 1:51 pm
  • Adele rispondere

    In termini di effetto visivo quale e la differenza essenziale?

    maggio 2, 2016 a 1:15 pm
    • Staff Yndaco rispondere

      Ciao Adele, l’effetto finale tra lo smalto semipermanente e lo smalto gel non differisce di tanto, sono praticamente uguali.

      maggio 6, 2016 a 8:42 am
  • Melania rispondere

    Salve voi vendete gli smalti ?

    maggio 21, 2016 a 3:52 pm
    • Staff Yndaco rispondere

      Ciao Melania, certo che vendiamo smalti, li puoi trovare nei nostri negozi oppure puoi ordinarli direttamente online dal nostro shop http://yndaco.eu/shop/ 🙂

      maggio 31, 2016 a 4:15 pm
  • Server rispondere

    Lo smalto gel si stende sulle unghie come un normale smalto tradizionale, coprendo tutta l’unghia, ma per fissarlo l’unghia deve poi essere esposta ai raggi UV . Nella lampada UV bastano da 10 a 15 secondi di esposizione per una buona catalizzazione, polimerizzazione e fissaggio dello smalto gel, che rimarra cosi intatto e brillante, senza sfaldarsi.

    giugno 7, 2016 a 8:39 pm
  • Mariagrazia rispondere

    Ma e psmaltiprimercoatsemipermanenteessi tra semipermanente e gel? Cosa cambia solo che col gel si lima di più l unghia x far aderire di più lo smalto?

    giugno 9, 2016 a 4:02 pm
    • Staff Yndaco rispondere

      Ciao Mariagrazia, l’unghia viene opacizzata con il buffer per renderla ruvida e prepararla al Primer. Il gel può essere rimosso solo con Lima o fresa, il Semipermanente anche con un solvente (Remover)

      giugno 22, 2016 a 12:16 pm
  • Angela rispondere

    Salve io sono angela e da poco sono venuta a conoscenza degli smalti semipermanenti e gel per via di una prova che una mia amica ha fatto su di me. Volevo chiedere: uno smalto semipermanente è lo stesso un gel? La mia amica ha usato un prodotto con un pennellino esterno alla boccetta ho messo le mani sotto la lampada e mi ha allungato un unghia più corta. Vi ringrazio

    giugno 19, 2016 a 5:17 pm
    • Staff Yndaco rispondere

      Ciao Angela, se la tua amica ha usato un pennellino esterno, vuol dire che ha utilizzato un gel costruttore

      giugno 22, 2016 a 12:13 pm
  • Rita rispondere

    Ciao ragazze, di solito faccio il semipermanente ma ho trovato dei gel colorati davvero belli…posso applicarli come il semipermanente o devo necessariamente usarli con una ricostruzione ? Prima di applicarlo devo mettere il primer e dopo il top o non serve?grazie per la risposta.

    luglio 24, 2016 a 9:46 pm
    • Staff Yndaco rispondere

      Ciao Rita, i gel non possono essere applicati direttamente sull’unghia, consigliamo di mettere il base top sotto, ammesso che sia compatibile e il gel colorato sopra per poi sigillare nuovamente con il base top 🙂

      settembre 22, 2016 a 10:12 am

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *